Diagnosi correlata: Zlomeniny

Una squadra capitanata dal professor Sharrard W. J. (1990), ha testato su 45 pazienti l’uso della magnetoterapia pulsata con l’obiettivo di rendere più efficace la guarigione delle fratture osse delle gambe. I risultati sono stati successivamente pubblicati sul Journal of Bone and Joint Surgery.

Lo studio ha incluso un totale di 45 fratture della tibia. Tutte queste fratture sono state trattate in modo predefinito. A causa della lentezza della coalescenza, la durata dei trattamenti è variata tra le 16 e le 32 settimane. L’interesse si è focalizzato sullo spostamento delle ossa (da moderato a grave), sulla curvatura, sulla diluizione e sulla combinazione di lesioni (da moderate a gravi) a danno alla pelle e dei tessuti molli.

Il trattamento è stato effettuato su un primo gruppo costituito da 20 pazienti, i quali sono stati sottoposti a un trattamento attivo di stimolazione tramite magnetoterapia pulsata, e da un secondo gruppo, composto da 25 pazienti, trattati con metodo placebo. Le radiografie sono state valutate da un radiologo indipendente e da un chirurgo ortopedico indipendente.

L’analisi statistica ha mostrato prima di iniziare la terapia, che tutti i pazienti erano paragonabili in tutti i parametri, eccetto per l’età. Si è visto che l’età non ha influenzato il risultato e l’effetto del trattamento.

La valutazione indipendente, effettuata dal radiologo sul gruppo attivo, ha confermato un leggero peggioramento delle fratture in cinque pazienti e un significativo miglioramento delle fratture in altri 5 pazienti. Nei restanti 10 pazienti del gruppo attivo non è stato riscontrato nessun altro cambiamento significativo. Nel gruppo sottoposto a metodo placebo viceversa, si è riscontrato un miglioramento soltanto in 2 pazienti. Nei restanti 23 pazienti del gruppo non si sono avuti segnali di cambiamento.

Questi risultati hanno mostrato una differenza tra i due gruppi. Il gruppo con trattamento attivo ha presentato risultati precisi e significativamente migliori secondo il test di Fisher. La valutazione effettuata dall’ortopedico poi, ha confermato la fusione di nove fratture e 11 fratture rimarginate nel gruppo attivo. Al contrario, nel secondo gruppo c’è stata una  confluenza di 3 fratture, mentre altre 22 fratture non sono state cicatrizzate. Ciò mostra una diversa e migliore risposta nel gruppo con trattamento attivo.

Pertanto la magnetoterapia pulsata influenza significativamente la guarigione delle fratture della tibia. Non solo contribuisce significativamente a ridurre il tempo di trattamento, ma migliora anche le aderenze delle osse.

Fonte: Sharrard, W. J. (1990). A double-blind trial of pulsed electromagnetic fields for delayed union of tibial fractures. The Journal Of Bone And Joint Surgery. British Volume, 72(3), 347-355.

Studio in doppio cieco di campi elettromagnetici pulsati sulla lentezza coalescenza delle fratture osse delle gambe/ A double-blind trial of pulsed electromagnetic fields for delayed union of tibial fractures.

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16287669

Vi preghiamo di contattarci utilizzando il modulo sottostante per verificare l’effetto terapeutico della magnetoterapia pulsata 3D brevettata Biomag.

I nostri consulenti la contatteranno il più presto possibile e le suggeriranno la soluzione ideale per Lei.

Zákazník

* obbligatorio

Principi di protezione dei dati personali qui.La modifica del contratto informativa per elaborare le sue informazioni personali qui.