Piede diabetico - Descrizione e trattamento

Non guariscono le crepe o abrasioni agli arti inferiori? Potresti sviluppare una condizione chiamata piede diabetico. Questa condizione può verificarsi anche se si soffre di neuropatia, diabete o sanguinamento degli arti inferiori.

Avviso:

Non utilizzare questo o qualsiasi articolo altro su Internet per fare una diagnosi. Solo un medico può sempre fare una diagnosi corretta. Non ritardare una visita dal medico e affrontare la sua salute in tempo.

Vuole affrontare dolore, gonfiore e infiammazione?
Ora la possibilità di un'applicazione gratuita della magnetoterapia 3D Biomag.
Provare gratuitamente >>
Piede diabetico - descrizione diagnosi e cura
Immagine : Piede diabetico

Descrizione del piede diabetico e cause di formazione

La sindrome del piede diabetico è un’infezione, un’ulcerazione oppure una distruzione dei tessuti profondi del piede. I sintomi sono associati a disturbi neurologici nel sito della lesione e malattia ischemica degli arti inferiori.

Lo vediamo più spesso nei diabetici, ma la sindrome del piede diabetico può svilupparsi anche in pazienti con ulcerazione, cancrena o amputazione dell’arto inferiore.

Tuttavia, rispetto ai non diabetici, la malattia si verifica nei diabetici circa 17-50 volte più spesso, con circa il 15-25% delle persone a cui è stato diagnosticato il diabete mellito. Il piede diabetico è una grave complicanza del diabete mellito.

I luoghi in cui si verificano spesso i sintomi del piede diabetico sono il pollice, il tallone, la suola o lo spazio appena dietro le dita dei piedi.

Un totale del 40-70% delle amputazioni degli arti inferiori viene eseguito per i sintomi del piede diabetico. Un’amputazione è indicata per un arto con un difetto, che è ulteriormente complicato dalla cancrena.
Quali sono i principali fattori di rischio per la malattia?

  • età,
  • fumare
  • alta pressione sanguigna,
  • diabete mellito,
  • eredità.

I fattori di rischio più importanti comprendono la polineuropatia diabetica (sensorimotoria e autonomica) e la malattia ischemica degli arti inferiori (angiopatia macrovascolare e microvascolare).

Cura del piede diabetico – liberarsi dai problemi

La prevenzione dello sviluppo dei sintomi e un’adeguata compensazione del diabete è un elemento essenziale nel trattamento della malattia.

La base del trattamento è la modifica dello stile di vita e la stretta aderenza alla terapia del diabete e il miglioramento dello stato metabolico.

Vengono utilizzate calzature speciali per diabetici e cura dei piedi. È inoltre necessario prevenire lesioni lievi e gradi sui piedi, in particolare i pollici e il mignolo.

L’attività fisica regolare è importante: camminare e riabilitazione.

In caso di lesioni o danni alla gamba, sono coinvolti strumenti per la guarigione delle ferite come la guarigione con l’umidità o la terapia fisica.

Gli antibiotici vengono somministrati quando si sviluppa l’infezione e le lesioni della ferita necrotica devono essere trattate chirurgicamente.

  • Malattia ischemica degli arti inferiori – malattia occlusa delle arterie periferiche degli arti inferiori.
  • I fuochi necrotici – focolai di tessuti morti.

La magnetoterapia pulsata a bassa frequenza ha un ruolo importante nella cura riabilitativa di alcune manifestazioni di piede diabetico, perché utilizza gli effetti antidolorifici, antigonfiore e curativi con il supporto di effetti antinfiammatori a beneficio del paziente.

Migliora la microcircolazione del sangue ossigenato negli arti esposti con effetto vasodilatatore su capillari e precapillari. Sopprime i sintomi infiammatori, il dolore, accelera la guarigione dei tessuti danneggiati e apporta un sollievo generale.

Il vantaggio è la possibilità di applicazioni domiciliari individuali che consentono al paziente di continuare a casa il trattamento riabilitativo intensivo al di fuori della struttura sanitaria.

È anche vantaggiosa la possibilità di una prevenzione secondaria mediante il supporto precoce a lungo termine di una migliore circolazione sanguigna attraverso la vasodilatazione sin dai primi esordi dei sintomi della malattia.