Sindrome del tunnel carpale - Descrizione e trattamento

Sente formicolio e bruciore in una oppure entrambe le mani? Le sue dita peggiorano e sente dolore al polso? Il disagio ed il dolore associati alla sindrome del tunnel carpale possono spesso svegliarsi. Forse è per questo che sta cercando una soluzione per sbarazzarsi di questi problemi.

Avviso:

Non utilizzare questo o qualsiasi articolo altro su Internet per fare una diagnosi. Solo un medico può sempre fare una diagnosi corretta. Non ritardare una visita dal medico e affrontare la sua salute in tempo.

Vuole affrontare dolore, gonfiore e infiammazione?
Utilizza l'applicazione di prova della magnetoterapia pulsata 3D brevettata Biomag.
Prenota oggi la sua applicazione gratuita.
Provaci
Sindrome del tunnel carpale - descrizione diagnosi e cura
Immagine : Sindrome del tunnel carpale

Descrizione del tunnel carpale e cause di formazione

La sindrome del tunnel carpale è uno dei disturbi nervosi dell’arto superiore più comuni. Le donne di mezza età sono particolarmente a rischio. È anche una delle malattie professionali più comuni.

Il tunnel carpale è un passaggio dall’avambraccio al palmo delimitato da ossa carpali e strisce fibrose. Alcuni nervi, vasi sanguigni e tendini passano attraverso questo tunnel. Quando il nervo viene compresso in questo stretto, si sviluppa una condizione molto dolorosa chiamata sindrome del tunnel carpale.

La forma acuta della malattia è causata da un aumento rapido e permanente della pressione nel tunnel carpale. È più spesso associato a fratture, ustioni o infezioni locali.

Tuttavia, la forma cronica è molto più comune ed i sintomi possono persistere per mesi oppure anni. La causa della malattia si trova solo nel 50 % dei casi. Una delle possibili cause della sindrome del tunnel carpale è il carico eccessivo, a lungo termine ed unilaterale dei piccoli muscoli della mano e dell’avambraccio. Ciò si verifica, ad esempio, quando si digita su una tastiera, si lavora con gli strumenti, ma si suonano anche strumenti musicali.

Come si esegue l’esame del tunnel carpale?

Se ci sono i sintomi della sindrome del tunnel carpale, è meglio consultare lo stato con un medico e sottoporsi ad un esame professionale. È importante un’anamnesi, sulla base della quale il medico scopre i sentimenti soggettivi dei pazienti e probabilmente raccomanda l’esame della mano mediante l’elettromiografia strumentale (EMG). Questo test misura la conduttività dei nervi e, sulla base di esso, il neurologo conferma o confuta la diagnosi del tunnel carpale.

Cura di tunnel carpale – liberarsi dal dolore

Il trattamento inizia trovando ed eliminando la causa, riducendo il carico sulla mano ed applicando un’ortesi. Di solito vengono serviti i farmaci antireumatici non steroidei.

  • Tunnel carpale – il passaggio dall’avambraccio al palmo delimitato da osse carpali e tessuto fibroso.
  • Sindrome – una serie di sintomi (segni) della malattia.
  • Acuto – condizione improvvisa e urgente con sintomi intensi.
  • Cronico – una condizione con il sviluppo graduale ed a lungo termine.
  • Farmaco antireumatico non steroideo – farmaco non steroideo quale agisce contro dolore, febbre e infiammazione.

Parte integrante del trattamento è la fisioterapia basata sull’applicazione di ultrasuoni, laser, ionoforesi, magnetoterapia e mobilizzazione delle ossa del polso al fine di ripristinare la circolazione, eliminare il gonfiore e ridurre il dolore.

Il danno nervoso moderato e grave, o il fallimento del trattamento conservativo, viene quindi trattato chirurgicamente.

La magnetoterapia pulsata a bassa frequenza ha un ruolo importante nella cura riabilitativa di alcune manifestazioni di sindrome del tunnel carpale. Funziona esattamente sui sintomi che la maggior parte dei pazienti soffre di più, perché utilizza gli effetti antidolorifici, antigonfiore e curativi con il supporto di effetti antinfiammatori a beneficio del paziente. Rilassa gli spasmi muscolari, allevia il dolore, il lieve gonfiore e le manifestazioni infiammatorie, migliora le condizioni metaboliche dei tessuti, stimola la guarigione e porta sollievo generale.

Il vantaggio è la possibilità di applicazioni domiciliari individuali che consentono al paziente di continuare a casa il trattamento riabilitativo intensivo al di fuori della struttura sanitaria.

Il vantaggio è la possibilità di un uso precoce del trattamento all’inizio del problema e la possibilità di applicazioni di manutenzione quotidiana a lungo termine.

Magnetoterapia pulsata 3D Biomag® brevettata. Come agisce?

Il principio di base di magnetoterapia pulsata 3D Biomag® è generare gli impulsi elettromagnetici. Questi impulsi penetrano sia nell’abbigliamento che nel tessuto umano nel posto dove viene applicata. Gli impulsi hanno i parametri biotropici appositamente sviluppati (ad esempio frequenza, forma, intensità) attraverso cui agiscono le varie condizioni mediche.

Per questa cura basata su impulsi elettromagnetici viene usato il termine magnetoterapia pulsata (di solito l’abbreviazione PEMF è usata in inglese.)

Magnetoterapia pulsata 3D Biomag® brevettata inoltre fornisce una forma di impulso più accurata e ininterrotta, che migliora le prestazioni.

La magnetoterapia pulsata non è destinata direttamente al trattamento di tunnel carpale. Tale trattamento può essere raccomandato solo da un medico. È possibile applicare la magnetoterapia pulsata per manifestazioni di tunnel carpale, come dolore, gonfiore e infiammazione.

Informazioni importanti

Legge attentamente le istruzioni fornite dal produttore e consulta con il medico in merito alle proprie condizioni mediche prima di utilizzare qualsiasi dispositivo medico.

Biomag® Lumina 3D-e è un dispositivo terapeutico attivo – un dispositivo medico destinato all’uso da solo oppure in combinazione con altre procedure e dispositivi medici come terapia aggiuntiva nell’ambito dell’intento terapeutico generale.

Lo scopo delle applicazioni della magnetoterapia pulsata a bassa frequenza Biomag® è sfruttare gli effetti biologici sui tessuti per aiutare ad alleviare alcuni sintomi della malattia. Si tratta principalmente di un’azione contro dolori, gonfiore, spasmi, alterazioni del microcircolo, ma anche intesa a favorire la guarigione e attenuare altri sintomi che possono essere influenzati da questi effetti.

Dopo l’applicazione della magnetoterapia pulsata Biomag®, si verificano cambiamenti fisiologici nei tessuti in conseguenza del sollievo dal dolore e soprattutto della vasodilatazione indotta di capillari e precapillari e degli effetti terapeutici che ne derivano:

  • antidolorifico – analgesico, sollievo dal dolore
  • curativo – con il supporto di effetti rigeneranti, antinfiammatori ed antireumatici
  • anti-edema – contro il gonfiore
  • miorilassante – per alleviare gli spasmi (convulsioni)
  • vasodilatatore – in particolare il miglioramento del microcircolo
  • metabolico disintossicante – accelera l’eliminazione delle sostanze dannose e dei metaboliti

Destinato all’uso sulla pelle intatta attraverso uno strato protettivo, ad es. un materassino monouso o un altro prodotto simile.

Quando si utilizza l’apparecchio Biomag® Lumina 3D-e è necessario attenersi soprattutto ai Principi di uso in sicurezza

insieme alle Controindicazioni / Indicazioni e servirsene conformemente alle condizioni ambientali prestabilite.

Le informazioni di base relative alla sicurezza sono visualizzate anche sul display dell’apparecchio.

I dispositivi e gli applicatori per magnetoterapia pulsata Biomag non sono ammessi per le controindicazioni elencate di seguito. La mancata osservanza delle controindicazioni può danneggiare la salute del paziente e dell'operatore!

Utilizza guesti contatti se non si è sicuro di aver compreso tutte le controindicazioni ed i principi operativi sicuri elencati di seguito. Ciò eviterà possibili problemi.

  • Gravidanza
  • Pacemaker (elettrocardiografo)
  • Condizioni di sanguinamento
  • Sanguinamento mestruale
  • Neoplasie
  • Gravi condizioni settiche
  • Condizioni febbrili
  • TBC attiva
    • Malattie fungine nel sito di applicazione
  • Malattie nervose convulsive
  • Ipertiroidismo
  • Iperfunzione surrenale
  • Miastenia grave
  • Malattie dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria
  • Psicosi
  • Dolori sconosciuti
  • Diagnosi indeterminata
  • Conflitto con una procedura di trattamento determinata professionalmente

Se ha un applicatore a luce polarizzata AL16-LUM, altre controindicazioni includono:

  • Illuminazione diretta degli occhi (si applica quando si applica la luce polarizzata)
  • Per i disturbi metabolici in cui si verifica la fotosensibilizzazione della pelle e l'uso di fotostimolanti (si applica all'applicazione di luce polarizzata)

Effetti collaterali:

Prestare particolare attenzione nei pazienti con ipotensione (o propensione) e ipertensione.

Gli effetti individuali e l'uso della magnetoterapia devono essere valutati in base alla condizione specifica ed alla risposta di ciascun paziente.

Interrompere le applicazioni in caso di reazioni impreviste! Si raccomanda di continuare l'applicazione dopo il controllo da parte del medico curante sulla base della procedura da lui determinata.

Questo elenco di controindicazioni è indicativo. Segue sempre le controindicazioni che troverà nella versione attuale delle istruzioni originali. Questo manuale è stato fornito dal produttore insieme al dispositivo.