Stati post operatori - Descrizione e trattamento

È dopo un intervento chirurgico o ha avuto un infortunio? É stato dimesso dall’ospedale e sta aspettando un’intensa convalescenza? Vuole che il processo di guarigione proceda velocemente e senza complicazioni? Scopre quali metodi può utilizzare in caso di stati dopo intervento chirurgico.

Avviso:

Non utilizzare questo o qualsiasi articolo altro su Internet per fare una diagnosi. Solo un medico può sempre fare una diagnosi corretta. Non ritardare una visita dal medico e affrontare la sua salute in tempo.

Vuole affrontare dolore, gonfiore e infiammazione?
Ora la possibilità di un'applicazione gratuita della magnetoterapia 3D Biomag.
Provare gratuitamente >>
Stati post operatori - descrizione e cura
Immagine : Stati post operatori

Descrizione di stati dopo intervento chirurgico e causa di formazione

L’intervento chirurgico è un intervento invasivo nel corpo del paziente, che viene eseguito da un medico (chirurgo). Dopo qualsiasi intervento chirurgico (a causa di lesioni, interventi estetici oppure altri motivi medici), lo stato di salute generale influisce non solo sul successo dell’intervento, ma anche sulla successiva cura postoperatoria.

Prima di tutto, subito dopo l’operazione, è necessario seguire il regime di riposo e trattamento stabilito dal medico curante. Sono importanti una cura adeguata delle ferite, una medicazione regolare ed una pulizia.

Segue la riabilitazione, che mira a raggiungere questi obiettivi:

  • alleviare il dolore,
  • migliorare la gamma di movimento e l’attivazione muscolare,
  • accelerare la guarigione,
  • prevenire malattie tromboemboliche o altre complicanze postoperatorie.

La riabilitazione post-traumatica e post-operatoria tratta naturalmente le conseguenze delle lesioni muscolo-scheletriche (fratture, lesioni articolari e muscolari) e le condizioni dopo interventi ortopedici, chirurgici e neurologici.

La partecipazione attiva del paziente è essenziale. La riabilitazione utilizza un’ampia gamma di metodi, che si combinano oppure si cambiano durante il trattamento in base allo sviluppo del paziente. Dagli esercizi terapeutici, attraverso la fisioterapia – massaggi, bagni, l’uso di correnti elettriche terapeutiche, campi magnetici e luce polarizzata.

Cura dopo l’intervento chirurgico – liberarsi dai problemi

La scelta del metodo riabilitativo dipende dal tipo di intervento. Si devono sempre seguire i consigli del medico curante o del fisioterapista.

In molti casi, il paziente ha il diritto di iniziare le cure termali dopo l’intervento chirurgico. A volte è possibile accedere alle terme direttamente dall’ospedale.

Anche la scelta di una dieta sana e ricca di fibre, proteine ​​e vitamine può dare un contributo significativo all’accorciamento dei tempi di recupero. È possibile utilizzare integratori alimentari, tuttavia è anche consigliabile consultare il medico curante sulla dieta.

  • Laparoscopia – metodo di diagnosi minimamente invasiva e trattamento della cavità addominale (senza incisione chirurgica), significa meno ferite e dolore per il paziente.
  • Amputazione – rimozione della parte periferica del corpo dall’intero mediante lesioni oppure interventi chirurgici.
  • Protesi – sostituzione artificiale.

L’assistenza postoperatoria comprende anche metodi di riabilitazione elettroterapeutica.

La magnetoterapia pulsata a bassa frequenza ha un ruolo importante nella cura riabilitativa di alcune manifestazioni di condizioni postoperatorie che accelerano il processo di guarigione. Funziona esattamente sui sintomi che la maggior parte dei pazienti soffre di più, perché utilizza gli effetti antidolorifici, antigonfiore e curativi con il supporto di effetti antinfiammatori a beneficio del paziente.

Il vantaggio è la possibilità di applicazioni domiciliari individuali che consentono al paziente di continuare a casa il trattamento riabilitativo intensivo al di fuori della struttura sanitaria.