La sindrome della spalla dolorosa include il disturbo di una o più strutture molli dell’articolazione della spalla: muscoli, tendini, borse, legamenti, la capsula articolare o il labro glenoideo, che spesso non sono dovute direttamente ad una lesione della spalla.

Le cause della spalla dolorosa sono: disturbi della muscolatura della cuffia dei rotatori, affezioni degenerative o infiammatorie, infiammazione della capsula articolare, disturbi primari dell’articolazione acromioclavicolare ed alterazioni secondarie provenienti dalla colonna cervicale ecc.

Gli stati gravi e cronici provocano una contrattura fibrosa riflessiva della capsula articolare.La mobilità dell’articolazione della spalla peggiora gradualmente dando origine alla cosidetta sindrome della spalla congelata.

Quando alzare le braccia di circa 60-120 gradi provoca dolori, si è in presenza della cosiddetta sindrome da impingement, cioè del danneggiamento dei tendini della cuffia dei rotatori oppure di un’oppressione generale nello spazio subacromiale per altre cause (per esempio la borsite). Nel caso dell’impingement la rotazione interna è spesso più limitata e dolorosa che non quella esterna, a differenza della spalla congelata nella quale sono notevolmente limitati i movimenti in tutte le direzioni.

Legga i risultati dei seguenti studi clinici che dimostrano il tasso di successo della magnetoterapia pulsata a bassa frequenza nel trattamento di questa diagnosi.

Di più studi clinici secondo i diagnosi:

Diagnosi correlata: Spalla rigida o congelata, la sindrome della spalla dolorosa