L’ipertrofia benigna della prostata e la prostatite sono malattie frequenti nei maschi, la cui frequenza aumenta con l’età a partire dai 50 anni.

L’allargamento, il gonfiore e le modifiche infiammatorie portano ad un flusso difficile dell’urina e quindi a una minzione più frequente e in scarsa quantità. È una malattia progressiva che può portare a un carente funzionamento del tratto urinario inferiore e a un’insufficienza renale.

La malattia crea un forte disagio, ma è anche un fattore di rischio per la possibile insorgenza di una malattia maligna della prostata. L’allargamento della prostata opprime la parte inferiore della vescica e porta a spasmo riflesso della muscolatura liscia del collo della vescica, prostata, uretra, creando un’ostruzione anatomica.

L’ingrossamento della prostata a causa di iperplasia benigna si manifesta con disturbi della minzione – stiamo parlando di sintomi del basso tratto urinario, sulla base di iperplasia prostatica benigna e disturbi clinicamente manifesti di defecazione, minzione, ritenzione urinaria, infezioni del tratto urinario, ematuria per idronefrosi e insufficienza renale. Il trattamento della prostatite è farmacologico – più comunemente sono somministrati inibitori della 5-alfa reduttasi, alfa-bloccanti, e fitoterapici chirurgici (TUR ecc).

Legga i risultati dei seguenti studi clinici che dimostrano il tasso di successo della magnetoterapia pulsata a bassa frequenza nel trattamento di questa diagnosi.


Zákazník

* obbligatorio