La polineuropatia crea un gruppo eterogeneo di disturbi dei nervi periferici. Di solito si tratta di una compromissione multipla sistemica dovuta a vari influssi interni ed esterni (infiammatori, metabolici, immunopatogenici, tossici, degenerativi, deficit nutrizionale e di vitamine, ecc.).

I principali sintomi di polineuropatia sono formicolio, bruciore, dolori, sensibilità ridotta, deambulazione incerta, debolezza muscolare, spasmi muscolari e molti altri.

Le neuropatie più comuni sono:

  • polineuropatia cronica e acuta infiammatoria demielinizzante (in questo caso, lo specifico trattamento che prevede la somministrazione di immunoglobuline e corticosteroidi, è ripartito),
  • polineuropatia con artrite reumatoide,
  • neuropatia diabetica (per i diabetici con sistema vascolare alterato),
  • apolineuropatia alcolica (principalmente causata da carenza di tiamina e vitamina B12),
  • polineuropatia nella malattia di Lyme con sintomi dolorosi nel sistema muscoscheletrico,
  • polineuropatia tossica – ad esempio dopo intossicazione con benzene, disolfuro di carbonio, piombo, mercurio, ecc,
  • polineuropatia dopo farmaci neurotossici (Nidrazid, alcuni citostatici, ecc), e altro ancora.

In tutti questi casi è usata la terapia sintomatica e di supporto che tratta i singoli sintomi della malattia, in special modo: analgesica, antinfiammatoria, vasodilatatoria, antiaggregante piastrinica, e altro ancora.

Legga i risultati dei seguenti studi clinici che dimostrano il tasso di successo della magnetoterapia pulsata a bassa frequenza nel trattamento di questo diagnosi.

Di più studi clinici secondo i diagnosi:

Diagnosi correlata: Polineuropatia