Effetto antidolorifico (analgesico) della magnetoterapia Biomag

Il campo magnetico pulsato a bassa frequenza (di seguito solo CMPBF), grazie all´induzione, causa la creazione di corrente nelle fibre nervose che agisce bloccando il passaggio ai centri celebrali, e, in seguito a questo e ad altri meccanismi (aumento della creazione delle endorfine, contenimento delle infiammazioni e degli edemi, miorilassamento) il dolore viene eliminato. Anche l’aumento di deflusso delle endorfine e la regolazione del trasferimento degli ioni di calcio attraverso la membrana cellulare partecipano alla vasodilatazione, all’effetto analgesico e alla pacificazione. Dopo l´applicazione del CMPBF, é stato dimostrato l’aumento dell’attivitá della lattato-deidrogenasi nella muscolatura esposta (che condiziona la degradazione dell’acido lattico che a sua volta stimola i ricettori nervosi causando il dolore). Un’azione antidolorifica particolarmente efficace è stata riscontrata dall´apparecchio Biomag® sulle sindromi dolorose radicolari e pseudoradicolari (sciatica, oppressione dei nervi per cause diverse). L’effetto principale per il quale la magnetoterapia viene utilizzata nella maggior parte delle persone, è quello analgesico. La magnetoterapia trova impiego per una serie di malattie degenerative dell’apparato motorio, per vari stati post-traumatici e per stati post-operatori.

Effetto miorilassante (scioglimento di crampi/spasmi) della magnetoterapia Biomag

Scioglimento dei muscoli. Grazie all´azione del CMPBF si accelera l’espulsione dei metaboliti acidi (miglioramento della perfusione e maggiore attività della lattato-deidrogenasi) che causano l’irritazione dolorosa nei muscoli e nelle zone di infiammazione cronica. In tal modo i dolori vengono attenuati e gli spasmi muscolari (le contatture) rilassati. Inoltre è stato dimostrato un notevole rallentamento della conduzione nervosa sugli arti inferiori negli sportivi. Tale azione partecipa al miorilassamento (scioglimento dei muscoli). L’effetto miorilassante degli  apparecchi della serie Biomag® sui muscoli della schiena (muscolatura paravertebrale striata che circonda la colonna vertebrale) attenua una serie di disturbi, come ad esempio la rigidità della colonna cervicale, il mal di testa, le vertigini, la perdita dell’udito, la mobilità limitata, i dolori che si irradiano negli arti, ecc. L’effetto miorilassante sulla muscolatura liscia genera un sollievo durante le coliche, il rilassamanto della muscolatura scheletrica e la condizione indispensabile per la cura di tutti gli stati dolorosi dell´apparato motorio.

Effetto contro gli edemi (antiedemico) della magnetoterapia Biomag

L’accelerazione del metabolismo dopo l’applicazione del CMPBF permette un assorbimento più veloce degli edemi, avendo nello stesso momento un effetto fortemente antinfiammatorio e antidolorifico sulla zona affetta. Collocare gli applicatori dell’apparecchio Biomag® sulla zona colpita (ad es. distorsione alla caviglia) e ripetere le stimolazioni per 30 – 45 minuti per 3 volte al giorno, così facendo si può ottenere una notevole riduzione degli edemi e dei dolori. L’effetto antiedemico e antinfiammatorio è utilizzabile efficacemente anche contro catarri delle vie respiratorie, sinusiti, gengiviti, riniti allergiche, ecc

Effetto vasodilatatorio (miglioramento della circolazione sanguigna) della magnetoterapia Biomag

Il CMPBF colpisce la polarizzazione dei globuli rossi con una carica positiva. Agisce contro l’impilamento (eritrociti a pila di monete), favorendo la loro dispersione e aumentando la superficie in grado di legare e trasportare l’ossigeno. Il sangue che è passato attraverso un campo magnetico presenta una capacità superiore di legare l’ossigeno (ossigenarsi). La polarizzazione dei globuli rossi influisce sul tono muscolare delle vene, delle arterie e dei capillari – che si allargano (la vasodilatazione) favorendo così il rifornimento perfetto dei tessuti con il sangue ossigenato e con le sostanze nutritive e l’eliminazione più veloce delle sostanze tossiche dalle cellule. Anche la pressione dell’ossigeno aumenta notevolmente. Il CMPBF influenza positivamente la plasticità dei globuli rossi. I globuli rossi più flessibili si adattano molto meglio agli ostacoli nel circolo ematico. Contemporaneamente, l’azione del CMPBF riduce il rischio di coaguli del sangue (trombi). Durante l’azione del CMPBF viene attivato il parasimpatico ed effluiscono gli ioni del Ca2, ciò porta al rilassamento della muscolatura dei vasi sanguigni (soprattutto degli sfinteri dei precapillari) e alla vasodilatazione. Tutto questo armonizza l’attività del cuore, la circolazione e la pressione sanguigna. Il CMPBF si utilizza sulle forme leggere di cardiopatia ischemica e di ischemie degli arti inferiori e superiori, in caso di ulcere varicose che non guariscono e su tutti i disturbi alla perfusione sanguigna. I vasi sanguigni già chiusi non vengono ricanalizzati ma viene notevolmente allargato il letto vascolare collaterale nella pelle e nel tessuto muscolare. L’effetto vasodilatatore è auspicabile per tutto il sistema vascolare infetto, dove è più difficile il flusso di sangue ossigenato, ossia in caso di disturbi ischemici degli arti, del cuore, del cervello, laddove il maggiore apporto di ossigeno aiuta a guarire e migliorare la funzione di tessuti e organi, agendo anche come antinfiammatorio.

Effetto disintossicante (purificante) della magnetoterapia Biomag

Infuenza l’intensità del ricambio metabolico. Il CMPBF penetra il tessuto esposto in modo uniforme, cioè attraverso ogni signola cellula, inducendo basse correnti elettriche. Questo porta a una variazione del potenziale superficiale delle cellule, a variazioni di permeabilità delle membrane cellulari, a un aumento del flusso sanguigno, dell’ossigenazione, del rifornimento di sostanze nutritive e al migliore deflusso di prodotti metabolici dai tessuti esposti, presupposto base di ogni processo curativo. Un metabolismo più intenso, il deflusso e la disintossicazione dei prodotti nocivi sono l’inizio di tutti i processi curativi e rigenerativi. Ad es. esponendo la zona del fegato all’azione dell´apparecchio della magnetoterapia Biomag® si stimola l’attività epatica accelerando e rendendo efficace il processo disintossicante in tutto l’organismo. Gli effetti locali si ottengono mettendo l’applicatore sulle zone problematiche – muscoli, articolazioni, colonna vertebrale, ecc. Utilizzando un piccolo applicatore, grazie alla maggiore induzione, otteniamo un forte effetto locale, utilizzando l’applicatore con un campo di applicazione più grande, otteniamo un effetto metabolico significativamente positivo per tutto il corpo, nonostante l’induzione inferiore. Quest’azione può avere un effetto positivo su una vasta gamma di malattie e stati, quali le malattie metaboliche come  il diabete e la gotta, la rigenerazione dei tessuti dopo infezioni già superate (epatite, mononucleosi, danno tossico al tessuto) ma anche su eczemi e allergie.

L’effetto curativo e rigenerativo della magnetoterapia Biomag

É stato dimostrato sia per le ossa che per i tessuti molli, e viene attribuito all’irritazione non specifica della membrana citoplasmatica dove viene attivata la catena metabolica che ha il compito di modificare il rapporto cAMP/cGMP con il successivo aumento dell’attivazione di osteoclasti, nel caso delle ossa. Il CMPBF accelera notevolmente la guarigione, attiva la crescita del nuovo tessuto (la costruzione veloce del tessuto osseo e la calcificazione) e favorisce l’aumento della sensibilità al paratormone. Il campo magnetico pulsato a bassa frequenza è quindi utilizzato per accelerare la guarigione delle fratture, delle pseudoartrosi (che non guariscono), per consolidare le endoprotesi allentate e dolorose. Con l’effetto del CMPBF il livello di proteoglicani nella cartilagine aumenta quasi del 22% (secondo il dottor Chvojka), cosa che permette la guarigione e la rigenerazione della cartilagine che altrimenti sarebbe solo difficilmente influenzabile e in quantità limitata. L’accelerazione della guarigione è stata dimostrata non solo nelle ossa ma anche nei tessuti molli. Gli apparecchi della serie Biomag® agiscono positivamente sia sulle infiammazioni sterili (malattie reumatiche), che su quelle microbiche e sulla loro guarigione. Essi inducono un aumento dell’attività fagocitica, della produzione del superossido il quale sopprime la flora microbica ma allo stesso momento può essere fonte di peggioramento temporaneo, ad esempio durante le prime applicazioni in pazienti reumatici. L’attivazione successiva del superossido dismutasi porta la calma e le variazioni curative. Risultati particolarmente efficaci si possono ottenere per le sindromi dolorose radicolari e pseudoradicolari (sciatica, oppressione di nervi con cause diverse). Tale effetto è un insieme di altri effetti parziali che supporta la capacità naturale dell’organismo di guarire e di rigenerarsi.

Breve descrizione dei singoli effetti del campo magnetico pulsato a bassa frequenza Biomag – modulo di contatto

É interessato a conoscere i singoli effetti del campo magnetico pulsato a bassa frequenza? Ha voglia di vedere di piú? Ci contatti. I nostri consulenti saranno lieti di rispondere a tutte le Sue domande.

Zákazník

* obbligatorio