Un team medico proveniente dalla clinica di urologia di Hradec Kralove in Repubblica Ceca ha utilizzato la terapia magnetica pulsata per cercare di trattare la prostatite (malattia infiammatoria cronica della prostata). Il trattamento è stato testato su 21 pazienti.

L’infiammazione cronica della prostata è uno dei problemi più comuni in ambito urologico. Questa malattia colpisce circa il 10-15% di giovani e uomini di mezza età. Allo studio hanno partecipato 21 pazienti con malattie infiammatorie croniche della prostata in età compresa tra 42 e 86 anni.

Il piano di trattamento utilizzato è stato scelto in base all’esperienza maturata con altre malattie infiammatorie. Ogni esposizione al campo magnetico pulsato è stata calibrata ad una frequenza di 24 Hz per una durata di 30 minuti. I risultati soggettivi registrati sono stati valutati utilizzando il questionario American Urological Association (AUA). Inoltre, sono stati confrontati i risultati di laboratorio: emocromo, concentrazioni plasmatiche di minerali (Na +, K + Cl), creatinina, urea, attività enzimatica PSA, fosfatasi, coltura microbica dello sperma o secrezione prostatica. Ulteriori confronti sono stati effettuati a seguito degli esami strumentali uroflussometria e screening ecografico per il cancro alla prostata. Tutti gli esami sono stati eseguiti prima del trattamento, dopo 10 esposizioni, e dopo i successivi 3-4 mesi.

I risultati hanno mostrato gli effetti significativi della magnetoterapia pulsata. Secondo l’esame Uroflowmeter, nei risultati di 5 pazienti su 6 sono stati riscontrati dei miglioramenti significativi. In 8 dei 13 pazienti con coltura batterica positiva, che sono stati trattati contemporaneamente con antibiotici, i batteri sono scomparsi. Si ribadisce quindi il fatto ben noto che l’effetto del campo magnetico pulsato in combinazione con l’assunzione di antibiotici intensifica gli effetti.

In conclusione, lo studio conferma l’effetto analgesico della magnetoterapia pulsata in riferimento a questa malattia cronica della prostata ed evidenzia chiaramente un effetto positivo sul corso dell’infiammazione, che è stato dimostrato in altre malattie infiammatorie, soprattutto reumatiche.

La magnetoterapia pulsata è in altre parole molto utile per i pazienti che soffrono di malattie infiammatorie croniche della prostata.

Fonte: Navrátil P., Novák I. & Šístek R. (2006). Chronické zánětlivé onemocnění prostaty a účinek NPMP, Urologická klinika v Hradci Králové.

Malattia infiammatoria cronica della prostata e effetto di CMPBF.

Vi preghiamo di contattarci utilizzando il modulo sottostante per verificare gli effetti terapeutici della magnetoterapia pulsata 3D brevettata Biomag.

I nostri consulenti la contatteranno il più presto possibile e le suggeriranno la soluzione ideale per Lei.

Zákazník

* obbligatorio